martedì 28 gennaio 2014

Crostata al cioccolato alla crema di ricotta e datteri e tortina morbida ai pistacchi



Crostata ricotta & datteri

Ingredienti per la frolla al cioccolato:
200 g di farina, 50 g di cacao amaro, 70 g di mandorle tritate,
120 g di zucchero di canna, 110 di burro freddo a cubetti,
1 uovo e 1 tuorlo, un pizzico di sale

Ingredienti per la crema:
350 g di ricotta fresca, 3 cucchiai di miele,
semi di vaniglia, 1 uovo, 1 albume,
10 datteri tagliati a striscioline, il succo di 1 lime,
4 cucchiai di zucchero.

Per la copertura:
Marmellata di albicocche, scagliette di mandorle, acqua di fiori d'arancio,
miscela di fiori misti.

Preparare la frolla mescolando la farina setacciata e il cacao.
Unire il burro a cubetti e l'uovo intero.
Aggiungere il tuorlo, lo zucchero e mescolando velocemente le mandorle.
 Stendere la frolla nella tortiera e 
riporla nel frigorifero per 30 minuti.

Scaldare il forno a 180°

 Lavorare la ricotta con il miele, aggiungere la vaniglia,
l'uovo leggermente sbattuto e l'albume a neve.
Tagliare i datteri e bagnarli con il succo di mezzo lime.

Bucherellare la frolla con una forchetta e foderarla con carta da forno 
appoggiando all'interno un piattino o dei fagioli secchi.
Cuocere per 10 minuti togliere la carta e il piatto e cuocere ancora per 5 minuti.
   
Preparare il caramello con lo zucchero e 1 cucchiaio di lime 
e caramellare i datteri.
Adagiare i datteri sul fondo della frolla.
Versare il caramello nella crema di ricotta e mescolando versare
il composto nella frolla.
Spargere le mandorle sulla crema e spruzzare qualche goccia di fiori d'arancio.
Cuocere per 35-40 minuti a 180°.

Lasciar raffreddare e coprire la crostata con un velo di marmellata di albicocche.
Spolverare la frolla con lo zucchero a velo 
e decorare con i fiori misti.

La ricetta originale si può trovare  qui sul blog food therapy.

Con la frolla rimasta foderare due stampini da crostata.  
Tostare i pistacchi e tagliarli a filetti.
Riempire le tortine con la composta di lamponi e coprire con i pistacchi.
Cuocere per 25-30 minuti a 180°.
Servire la tortina tiepida con gelato.



Enjoy!!

martedì 21 gennaio 2014

Madeleine

Ricetta dal libro "I dolci di Maurizio Santin".

Caratteristica di questi dolci è la gobbetta sul dorso.
Per farla perfetta deve avvenire lo sbalzo termico: 
 perciò è importante riporre il composto, coperto da una pellicola, in frigo 
per almeno 3 ore e controllare la cottura abbassando la temperatura 
 appena avviene la lievitazione.


Ingredienti
100 g di zucchero, 125 g di farina,
1 cucchiaino di lievito,
25 g di latte,
65 g di burro fuso, 2 uova grandi,
scorza di limone, mezzo cucchiaino di zenzero in polvere.

Riscaldare il forno a 210°.
Mescolare con la frusta le uova intere con lo zucchero senza montarle.
Sempre mescolando aggiungere la farina setacciata con il lievito,
amalgamare al composto il latte, il burro fuso e gli aromi.

Lasciar riposare in frigo almeno 3 ore.

Riempire gli stampini in silicone e appoggiarli su una teglia forata.
Cuocere i primi 5 minuti a 210° fino poi abbassare la temperatura
a 180° per 10-15 minuti.

Servire tiepide con una spolverata di zucchero a velo. 


Enjoy !

domenica 19 gennaio 2014

Flòdni



Per la preparazione di questo dolce ungherese servono almeno tre ore 
ma ne vale la pena!!
La ricetta del Flòdni si trova qui sul blog Latte e miele.
Ho usato lo stampo quadrato da 23 cm di Emile Henry per poter tagliare 16 tranci 
con una cottura a 160° per 1 ora e mezza.
E' consigliabile lasciare il dolce riposare per ameno 6 ore sulla griglia prima di tagliarlo.
Per aromatizzare le mele ho usato l'anice stellato (al posto dei chiodi di garofano).
Nel ripieno ai semi di papavero ho aggiunto delle albicocche secche e dell'arancia candita (al posto della buccia d'arancia)  tritate nel mixer.
 I semi di papavero vanno tostati e poi tritati  
e ho amalgamato il composto con il liquido di cottura delle mele. 
Ho spennellato la torta solo con l'albume e poi con la marmellata di albicocche.

Servire con panna acida aromatizzata alla cannella o con gelato allo yogurt.

Enjoy!